.
Annunci online

 
Gattara 
unarcheologainsegnantemamma
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Ombra
Fioredicampo
Persbaglio
Lu
Capastuerta
Disastro
Billo
Devarim
Jericho
Mietta
Markino
Antonella
Viavai
Specchio
Tocco
Salvatore1
Aislinn
ilMaLe
  cerca

 

 
Registra il tuo sito nei motori di ricerca

 






Blog aperto il 16/08/2005


GEMELLI
Chiacchiera, scrive, legge, parla ingrese, domanna, vede, compera, sbaratta,
svolazza, guida, interpreta, contatta, telefona, s'empiccia ma è cortese.
Facile, svelto, fino testa matta, sorte, ritorna, gioca, va' pe' spese,
se fa cinque, sei viaggi drent'un mese, quarziasi cosa già l'ha vista e fatta.
Cammia lavoro, donna, veste, umore, tie' le fette in du' staffe:
è opportunista; nun je chiede costanza ne l'amore.
È spiritoso, ironico, ballista, giovanile, ne fa d'ogni colore.
Si s' ammala è ai pormoni e se rattrista
.



In Italia è molto duro essere un intellettuale di destra.
Quelli di sinistra non ti leggono
perchè sei di destra,
quelli di destra non ti leggono
perchè non leggono niente!!!
Marcello Veneziani
 


Scriviamo per farla finita con noi stessi, ma con il desiderio di essere letti, non c’è modo di sfuggire a questa contraddizione. E come se annegassimo urlando: “Guarda, mamma, so nuotare! “. Quelli che gridano più forte all’autenticità si gettano dal quindicesimo piano, facendo il tuffo d’angelo: “Vedete, sono soltanto io!”. Quanto a sostenere di scrivere senza voler essere letti (tenere un diario, per esempio), significa spingere fino al ridicolo il sogno di essere contemporaneamente l’autore e il lettore. (D.Pennac)

"Amo: la parola più pericolosa per il pesce e l'uomo"
Groucho Marx

Livietta: la nuova arrivata!

Cesare: il mio ex-attempato amante
(ci ha lasciato alla veneranda età di diciotto anni!)

Diva: la gatta della mia adolescenza:trovatella, un po' furastica.

Conan: il mio bellissimo, completamente
 pazzo, gatto americano (stroncato dalla leucemia  a soli due anni)
Benigni dixit:" Se su dieci persone ci sono sei operai, tre impiegati e un ricco. Perchè alle elezioni vince sempre il ricco? Allora o ci sono brogli elettorali o il popolo è stupido"

Paolo Rossi: "La fuga dei cervelli. Un bel problema: i cervelli fuggono e i corpi rimangono qui a fare il ministro o il politico..."

Ho sceso, dandoti il braccio, almeno un milione di scale
e ora che non ci sei è il vuoto ad ogni gradino.
Anche così è stato breve il nostro lungo viaggio.
Il mio dura tuttora, nè più mi occorrono
le coincidenze, le prenotazioni,
le trappole, gli scorni di chi crede
che la realtà sia quella che si vede.
Ho sceso milioni di scale dandoti il braccio
non già perchè con quattr'occhi forse si vede di più.
Con te le ho scese perchè sapevo che di noi due
le sole vere pupille, sebbene tanto offuscate,
erano le tue.
(E.Montale)

Messico 1984: il più bel viaggio della mia vita

Locations of visitors to this page



 

Diario |
 
Diario
1visite.

28 settembre 2011

Figli dell'ultimo banco

Dura, insegnare greco e latino in un liceo di periferia, quando a chiedere "Ma a cosa serve?" non sono solo ragazzetti svogliati nutriti di rap, sms e Grande Fratello. Dura, quando le riforme, le normative ministeriali, i colleghi in cerca solo di un quieto vivere, i presidi burocrati e kapò ti vedono come un granello di sabbia in un ingranaggio. Nel sistema scolastico applicato sulla pelle del professor D'Humierères bisogna essere compiacenti e conformisti. Per non parlare dei certificati medici, dei genitori che t'insultano, o dei ragazzi che in qualche caso ti schiaffeggiano. E poi, latino e greco, suvvia, meglio le materie tecniche, e perfino i corsi di golf, di alpinismo.... Ma se i nuovi studenti che arrivano dalle medie non scelgono il greco, le lezioni verranno soppresse, e l'insegnante? Così, per poter fare il professore, devi fare il piazzista, e nelle giornate di orientamento "vendere" la tua materia. Boigottato, osteggiato, il prof.non molla, e trova aiuto negli ex-alunni, ragazzi che hanno proseguito gli studi e possono fare da testimonial, garantire che serve studiare anche il greco. Per esempio dove sono andati a pescarlo i guru del marketing, il nome delle scarpe che tutti indossano, se non dal greco Nike vittoria? Infatti, quando all'università il gioco si fa duro, è proprio al greco che ti puoi aggrappare per non cadere. Per sostenere la causa di un'educazione completa, l'instancabile professore mette in piedi un progetto che porta il teatro ta i giovani delle periferie più difficili e turbolente, tra famiglie disfunzionali, abbandono scolastico alle stelle, microcriminalità. Sarà un successo." Fin qui la sintesi sul risvolto di copertina. Il libro, però, è mal scritto, mal tradotto, inconcludente ed a tratti disorganico: del come si fa ad interessare i ragazzi al greco non si dice nulla, a parte qualche riferimento al lessico colto come diretta derivazione delle lingue classiche. Alcuni capitoli non hanno nessun nesso logico con il resto della storia: quelli su alcuni colleghi, quello in cui il prof.organizza una rappresentazione teatrale con gli alunni ("Sogno di una notte di mezza estate") senza alcun nesso con i programmi da lui svolti. Ne emerge uno spaccato del sistema scolastico francese ancor più catastrofico di quella italiano con i docenti che devono diventare venditori ambulanti dei loro corsi, perchè se non hanno iscritti rimangono disoccupati. Con la questione delle note di merito e demerito che distruggono la carriera anche dei più bravi.Dopo "La classe", con questo si chiude la mia curiosità verso gli scrittori francesi che scrivono di scuola. Rimpiango pesantemente i 13,50 spesi per acquistarlo!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Augustine d'Humieres

permalink | inviato da Gattara il 28/9/2011 alle 12:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
sfoglia
agosto        ottobre