.
Annunci online

 
Gattara 
unarcheologainsegnantemamma
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Ombra
Fioredicampo
Persbaglio
Lu
Capastuerta
Disastro
Billo
Devarim
Jericho
Mietta
Markino
Antonella
Viavai
Specchio
Tocco
Salvatore1
Aislinn
ilMaLe
  cerca

 

 
Registra il tuo sito nei motori di ricerca

 






Blog aperto il 16/08/2005


GEMELLI
Chiacchiera, scrive, legge, parla ingrese, domanna, vede, compera, sbaratta,
svolazza, guida, interpreta, contatta, telefona, s'empiccia ma è cortese.
Facile, svelto, fino testa matta, sorte, ritorna, gioca, va' pe' spese,
se fa cinque, sei viaggi drent'un mese, quarziasi cosa già l'ha vista e fatta.
Cammia lavoro, donna, veste, umore, tie' le fette in du' staffe:
è opportunista; nun je chiede costanza ne l'amore.
È spiritoso, ironico, ballista, giovanile, ne fa d'ogni colore.
Si s' ammala è ai pormoni e se rattrista
.



In Italia è molto duro essere un intellettuale di destra.
Quelli di sinistra non ti leggono
perchè sei di destra,
quelli di destra non ti leggono
perchè non leggono niente!!!
Marcello Veneziani
 


Scriviamo per farla finita con noi stessi, ma con il desiderio di essere letti, non c’è modo di sfuggire a questa contraddizione. E come se annegassimo urlando: “Guarda, mamma, so nuotare! “. Quelli che gridano più forte all’autenticità si gettano dal quindicesimo piano, facendo il tuffo d’angelo: “Vedete, sono soltanto io!”. Quanto a sostenere di scrivere senza voler essere letti (tenere un diario, per esempio), significa spingere fino al ridicolo il sogno di essere contemporaneamente l’autore e il lettore. (D.Pennac)

"Amo: la parola più pericolosa per il pesce e l'uomo"
Groucho Marx

Livietta: la nuova arrivata!

Cesare: il mio ex-attempato amante
(ci ha lasciato alla veneranda età di diciotto anni!)

Diva: la gatta della mia adolescenza:trovatella, un po' furastica.

Conan: il mio bellissimo, completamente
 pazzo, gatto americano (stroncato dalla leucemia  a soli due anni)
Benigni dixit:" Se su dieci persone ci sono sei operai, tre impiegati e un ricco. Perchè alle elezioni vince sempre il ricco? Allora o ci sono brogli elettorali o il popolo è stupido"

Paolo Rossi: "La fuga dei cervelli. Un bel problema: i cervelli fuggono e i corpi rimangono qui a fare il ministro o il politico..."

Ho sceso, dandoti il braccio, almeno un milione di scale
e ora che non ci sei è il vuoto ad ogni gradino.
Anche così è stato breve il nostro lungo viaggio.
Il mio dura tuttora, nè più mi occorrono
le coincidenze, le prenotazioni,
le trappole, gli scorni di chi crede
che la realtà sia quella che si vede.
Ho sceso milioni di scale dandoti il braccio
non già perchè con quattr'occhi forse si vede di più.
Con te le ho scese perchè sapevo che di noi due
le sole vere pupille, sebbene tanto offuscate,
erano le tue.
(E.Montale)

Messico 1984: il più bel viaggio della mia vita

Locations of visitors to this page



 

Diario |
 
Diario
1visite.

1 marzo 2011

Cosa gli dovrei fare?

Trad.Insegnante :

Romolo fondò una città sul monte Palatino e la chiamò Roma dal suo nome; poi accolse nella città una moltitudine di confinanti.

Numa Pompilio non combattè nessuna guerra, ma istituì leggi e tradizioni per i Romani e divise l'anno in dieci mesi.

Tullo Ostilio riprese le guerre, vinse gli Albani, aggiunse alla città il monte Celio.

Poi prese il potere Anco Marzio, nipote di Numa da parte della figlia: combattè contro i Latini, aggiunse il colle Aventino e il Gianicolo alla città, fondò una città presso la foce del Tevere al sedicesimo miliario da Roma.

Tarquinio Prisco raddoppiò il numero dei senatori, edificò il circo, instituì i giochi romani e aggiunse molti terreni dei Sabini al territorio della città di Roma.Dopo Tarquinio Prisco prese il potere Servo Tullio: sottomise i Sabini, aggiunse alla citta il Quirinale, il Viminale e l'Esquilino, circondò le mura con un fossato, ordinò il censimento.



Tarquinio il Superbo sottomise la città di Gabi e stipulò la pace con gli Etruschi.


Poi Bruto sollevò il popolo e tolse il potere a Tarquinio.

Trad.alunno:

Romolo fonda Roma e nomina il Palatino, dove si recavano molti fornitori


Numa Pompilio fu incaricato per i Romani di portare le belve ma lui stoltamente si colloca verso le dieci descritte.

Tullio riprese le ostilità contro gli Albani, verso il monte Caelio.

Dietro prese l'impero Anco Marzio da parte della figlia Numa: combatterono contro i Latini nei monti Giannicolo e Aventino crea le fogne che finiscono vicino Ostia, Tiberio fonda le strade di Roma utilizzando la sedicesima pietra miliare.

Prima Tarquinio Prisco prende Servo Tullio e con lui respinge i Sabini, in città costruiscono il Quirinale, il Viminale ed l'Esquilino, nel circo muore il comandante che istituì il censimento.





Tarquinio Superbo spinge i cittadini di Gabi e con gli Etruschi fece pace.


Prima Bruto aveva spinto il popolo a togliere l'impero a Tarquinio.

sfoglia
febbraio        aprile